Colonscopia Virtuale

Colonscopia Virtuale
Peritonectomia con chemioipertermia intraperitoneale (HlPEC) PDF Stampa E-mail


I limiti di successo dei trattamenti standard delle carcinosi ovariche hanno indotto alla verifica di nuove possibilità terapeutiche, mutuando dalle esperienze effettuate in altre forme di carcinosi peritoneali  una  strategia terapeutica fondata sulla associazione della citoriduzione massimale (peritonectomia) alla chemioipetermia intraperitoneale  (HIPEC).

La procedura viene pertanto denominata: peritonectomia con chemioipetermia intraoperatoria.

In sostanza si è ritenuto di poter applicare alla carcinosi peritoneale da cancro dell’ovaio le stesse procedure sperimentate per il trattamento delle carcinosi di origine colica, appendicolare e gastrica, e valide peraltro anche per le neoplasie primitive del peritoneo, quali mesoteliomi e carcinomi primitivi del peritoneo, questi costituzionalmente analoghi ai carcinomi sierosi dell’ovaio.

Il rationale su cui si basa la possibilità di attuazione della procedura di peritonectomia e chemioipetermia della carcinosi ovarica si basa sull’insieme degli elementi considerati per le carcinosi extra-ovariche, e trova giustificazione nella valutazione dei limiti dei risultati dei trattamenti standard delle neoplasie ovariche localmente avanzate primarie e secondarie.

 
Infolabio